Questo sito utilizza cookies per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookies | OK

Dowload catalogo


Cortina Express – Bike Express
ORARI e TARIFFE
Per dettagli su tutte le altre tratte www.cortinaexpress.it

Bike'n Bus DOLOMITI BUS
TARIFFE

NOTA SU PERCORRIBILITA’
CALALZO – BELLUNO

Scarica l'avviso

IL PROGETTO


CICLOVIA DELL'AMICIZIA - DA MONACO DI BAVIERA A VENEZIA - LO SVILUPPO DEL BIKE TOURISM E LA VALORIZZAZIONE DEI TERRITORI TRANSFRONTALIERI


I partecipanti al progetto “Ciclovia dell’Amicizia” sono: (Lead Partner) Amministrazione Provinciale di Belluno – Servizio Economia e Politiche Comunitarie, (P1) Comunità Comprensoriale Valle Isarco di Bressanone, (P2) Provincia di Treviso, (AP3) Provincia di Venezia, (AP4) Consorzio Turistico Achensee di Achenkirch (Austria), (AP5) Circondario rurale Bad Toelz – Wolfratshausen (Germania), (AP6) GECT “Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino” di Bolzano.
La finalità del progetto è quella di rafforzare l’economia dell’area transfrontaliera e la competitività del settore turistico dei territori interessati attraverso la promozione del bike tourism e, in particolare, di una ciclovia che connetta i percorsi ciclabili di Alto Adige e Veneto in sinergia con l’analogo progetto INTERREG già approvato e presentato da Austria e Germania.
Obbiettivo del progetto è quello di lanciare e promuovere una ciclovia collegante Monaco di Baviera a Venezia, finalizzata ad incrementare lo sviluppo turistico dei territori interessati, soprattutto rurali, ed aumentare il valore aggiunto del settore agro-turistico.
Il percorso parte da Monaco, attraversa la Baviera, l’Austria, il Brennero e arriva in Provincia di Belluno a Passo Cimabanche. Prosegue per Cortina, la valle del Boite, fino a Calalzo di Cadore. Scende verso Longarone, Soverzene, l’Alpago e il lago di Santa Croce. Percorre poi la provincia di Treviso per arrivare a Venezia dopo circa 500 km.

Un itinerario di straordinaria bellezza, che attraversa paesaggi unici, molti dei quali inseriti nei territori del Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO.

Per maggiori informazioni: www.muenchen-venezia.info


MAPPA DEL PERCORSO




Visita la sezione seguente e troverai tutte le informazioni sul percorso, con schede interattive, cartine, altimetrie, file gpx, gallerie fotografiche e molto altro ancora.

IL PERCORSO


CIMABANCHE - CORTINA
L'itinerario prende il via da Cimabanche, al confine fra Alto Adige e Veneto e segue fedelmente il tracciato della ferrovia costruita durante la Prima Guerra Mondiale e dismessa nel 1962. Ci si mette in sella e si inizia il percorso in discesa che porta alla “Regina delle Dolomiti”: Cortina D’Ampezzo. Vai alla scheda


CORTINA - CALALZO
Lasciando alle spalle la celebre conca ampezzana, la pista ciclabile prosegue a sud seguendo il corso del torrente Boite, avendo la vista del Monte Pelmo a destra e del Sorapis a sinistra. Giunti a Borca di Cadore, la pista si discosta dal torrente che si perde all’interno della valle e si mantiene in parte in quota attraversando i pittoreschi paesi di... Vai alla scheda


VARIANTE - Cortina Calalzo (direzione Sud/Nord)
Percorrendo il percorso in direzione sud/nord, una volta raggiunto l’abitato di Cortina in località Acquabona, il percorso, dopo un breve tratto in ciclabile che costeggia la statale di Alemagna, prosegue lungo una stradina sulla sinistra che porta, attraverso una strada bianca ed un sentiero in single track... Vai alla scheda

VARIANTE - Pieve di Cadore centro storico
Sulla destra,provenendo da Calalzo di Cadore e sulla sinistra provenendo da Cortina è possibile effettuare una variante per Pieve Centro storico imboccando la strada che da Sottocastello porta a Pieve. Vai alla scheda


CALALZO - SOVERZENE
Provenendo da Calalzo si prosegue in ciclabile fino al bivio con la strada per Pieve Centro Storico e si scende poi a sinistra lungo la strada in direzione Belluno. (possibile prendere la variante “da Calalzo per Belluno”) Vai alla scheda



LUNGA VIA DELLE DOLOMITI



Da Soverzene in direzione Belluno - Feltre >>>

Da Feltre la variante proposta attraversa il corso del fiume Piave per risalire sulla sinistra orografica del fiume stesso, attraversando altri borghi caratteristici fino a Paiane, dove si ricongiunge con l'itinerario della Ciclovia dell'Amicizia.


FELTRE - PAIANE (sinistra Piave)
Giunti a Feltre, proseguendo lungo un percorso ad anello si ritorna a Ponte nelle Alpi passando anche per Lentiai, Mel, Trichana e Limana caratteristici borghi della sinistra Piave. E’ importante ricordare in queste località l’intersezione con la Via Claudia Augusta Altinate, l’antica strada romana che dall’Adriatico portava fino al Danubio.
Vai alla scheda


Variante Visome - Belluno centro storico
La sensazione di camminare lungo un balcone panoramico sul Piave, grazie ad inaspettati scorci che si aprono anche nelle strette vie del centro, accompagna durante la visita del cuore del capoluogo della provincia dolomitica, ricco di angoli di storia ed arte. I raffinati palazzi, le piazze, i portici, le fontane...
Vai alla scheda


CICLOVIA DELL’AMICIZIA



SOVERZENE - LAGO DI SANTA CROCE - FADALTO
Una volta arrivati a Soverzene, anzichè spostarsi sulla destra Piave, oltrepassando lo stretto ponte con semaforo (a senso unico alternato), proprio prima del ponte, sulla sinistra, si entra nella zona dell'opera di presa della centrale idroelettrica. La zona d'ingresso è molto suggestiva, con un tratto di circa un chilometro che passa fra gradoni, ponti a sbalzo sul Piave ed una bella galleria (si consiglia di percorrerla a piedi in quanto non molto alta). Vai alla scheda





I nostri suggerimenti alternativi per vivere il territorio in tutte le sue sfumature … e prendersi il tempo per essere felici.


DOLOMITI a 360°
LAGHI
CITTA' D'ARTE - Natura, arte, cultura, tradizioni e gusto
SPECIAL OFFERS
3Dolomiti e Montagna Veneta è un progetto Regionale coordinato dal Consorzio Dolomiti
© Copyright 2010 - policy / privacy - Cookies
Il Consorzio Dolomiti è titolare esclusivo del Copyright su tutto il materiale presente sul sito www.3dolomiti.it
È pertanto vietata la riproduzione con qualsiasi mezzo. Gli eventuali trasgressori verranno perseguiti ai sensi di legge.
Powered by: 3DRTE.com & Explixo.biz